Fabbrica del Duomo

Milano
You are here:

Milano

Il Gugliotto Amadeo (XVI secolo circa), edificato durante la fase sforzesca della costruzione del Duomo di Milano dall’architetto Giovanni Amadeo, si colloca in corrispondenza di uno dei 4 piloni del tiburio che sorregge la Guglia Maggiore. L’attuale intervento di restauro rientra nel piano di conservazione continua del Duomo di Milano. Lo stato di conservazione della Guglia è condizionato dalla particolare esposizione agli agenti atmosferici che, soprattutto in corrispondenza degli ornati, delle statue, dei pinnacoli e delle decorazioni più aggettanti, denunciava fessurazioni e disgregazioni della matrice lapidea con totale o parziale perdita della plasticità volumetrica dei manufatti. In linea generale, le principali operazioni di restauro in corso sono di preconsolidamento, pulitura, trattamento biocida, consolidamento, stuccatura e protezione finale delle superfici marmoree.